Osservatorio per la valutazione del sistema universitario

Coordinamento tra l'Osservatorio per la valutazione del sistema universitario e i Nuclei di valutazione delle università

Nota sul coordinamento Osservatorio e Nuclei
1. Obiettivi

La legge 537/93 assegna all'Osservatorio per la valutazione del sistema universitario dei compiti di monitoraggio sull'attività e sull'organizzazione dei Nuclei di valutazione interna.
In base al decreto istitutivo (DM del 22 febbraio 1996, art. 5), l'Osservatorio ha il compito di definire procedure e standard quantitativi e qualitativi per valutare i risultati relativi alla efficienza e alla produttività delle attività di ricerca e di formazione, che comprende anche la definizione di una griglia minima di informazioni che dovranno essere raccolte e di indicatori che dovranno essere elaborati dai nuclei di valutazione interna delle università. Inoltre, in base allo stesso decreto (art. 2, lettera g), l'Osservatorio deve fornire al Ministero dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica il supporto necessario per la promozione e la diffusione della cultura della valutazione e della autovalutazione.
Poiché gli interlocutori istituzionali dell'Osservatorio presso le università sono i nuclei di valutazione interna, si ritiene necessario promuovere una sede istituzionale di incontro sia per discutere problematiche comuni sia per offrire una occasione di scambio di esperienze e informazioni tra i nuclei.
A questo fine, l'Osservatorio promuove quindi la costituzione di un Collegio dei Nuclei di valutazione (CNV), composto da tutti i presidenti dei Nuclei, organismo al quale è lasciata ampia autonomia nella gestione organizzativa, e di un Comitato di coordinamento tra detto collegio e l'Osservatorio. L'Osservatorio fornirà il sostegno della segreteria per l'organizzazione delle attività dei due organismi, per il reperimento dei luoghi per gli incontri, per la convocazione dei partecipanti e così via.
 Alla luce dei compiti dell'Osservatorio e dei Nuclei di valutazione interna, gli scopi del Collegio dei Nuclei e del Comitato di coordinamento sono:
a) il coordinamento tra le attività dell'Osservatorio e quelle dei Nuclei, principalmente sui temi (i) della comparabilità dei risultati delle analisi e delle indagini svolte dai nuclei e (ii) sull'insieme di informazioni minime necessarie all'Osservatorio per la stesura di un rapporto sull'efficienza e l'efficacia del sistema universitario;
b) lo scambio di informazioni e di esperienze relative all'attività dei nuclei di valutazione degli atenei;
c) la collaborazione tra i nuclei, e tra questi e l'Osservatorio, per la diffusione della cultura della valutazione e dei risultati raggiunti dall'attività di valutazione negli atenei.

2. Organizzazione

Il CNV è un organo autogestito dai presidenti dei Nuclei di valutazione interna, cui l'Osservatorio richiede solo il rispetto di alcune regole di base qui di seguito indicate.
 Sono membri del Collegio tutti i presidenti dei nuclei di valutazione delle università statali e delle università legalmente riconosciute (che possono essere rappresentati da loro delegati). Essi eleggeranno un coordinatore, con il compito di preparare e organizzare le attività del Collegio e di assicurare la continuità nei rapporti con l'Osservatorio.
Il Comitato di coordinamento è composto da 5 membri, eletti nell'ambito del Collegio, e dai membri dell'Osservatorio.
Il coordinatore e i membri del Collegio eletti nel Comitato di coordinamento durano in carica un anno e possono essere riconfermati.
L'Osservatorio può partecipare alle assemblee del Collegio, può chiedere al coordinatore la convocazione di un'assemblea e l'inserimento di argomenti all'ordine del giorno delle assemblee.
Sia il Collegio, con la partecipazione dell'Osservatorio, che il Comitato di coordinamento devono essere convocati almeno due volte all'anno.
Alle assemblee possono partecipare, su invito e in relazione agli argomenti trattati, tutti i membri dei nuclei di valutazione interna delle università italiane e i responsabili degli uffici di supporto ai nuclei, ovviamente senza diritto di voto nelle eventuali deliberazioni.

I Nuclei di valutazione e l'Osservatorio
Home Page dell'Osservatorio
Home Page del M.U.R.S.T