Osservatorio per la valutazione del sistema universitario
Programma di ricerca
Scuole Superiori per Interpreti e Traduttori: rilevazioni ed analisi per predisporre proposte utili al riordino del settore

A conclusione dei lavori è stata predisposta una relazione finale

  Rapporto di ricerca: File in formato pdf: rdr-0498


Obiettivi della ricerca

Gli obiettivi principali (o macro-obiettivi) della ricerca sono delineati in:

1.1 Fornire dati ed indicazioni ai fini della  rideterminazione della disciplina concernente:
a. il riconoscimento delle scuole di cui alla legge 11 ottobre 1986, n. 697;
b. l'attivazione dei corsi;
c. il rilascio e la valutazione dei titoli.
1.2  Fornire dati ed indicazioni ai fini della valutazione dei termini dimensionali e qualitativi delle scuole esistenti, tanto in ambito extrauniversitario che universitario.
1.3  Fornire dati ed indicazioni ai fini del riordino complessivo del comparto sul territorio.

Si ritiene che il raggiungimento dei macro-obiettivi richieda il soddisfacimento preliminare dei seguenti micro-obiettivi:

2.1  per quanto concerne il reperimento di dati ai fini della rideterminazione della disciplina di cui al punto 1.1, si rende necessario procedere al reperimento anche della normativa internazionale (in particolare comunitaria) concernente gli istituti per la formazione di interpreti e traduttori;
2.2  per quanto concerne i dati utili per una valutazione in termini dimensionali e qualitativi di cui al punto 1.2,  si rende necessario procedere al reperimento per ciascun istituto di dati circa:
a. il numero (e la tipologia) dei corsi offerti;
b. il titolo di studio rilasciato;
c. il tipo di Tabella adottata;
d. il numero di lingue insegnate;
e. il numero degli iscritti per corsi e per scuola;
f. il numero dei diplomati (per ciascun anno e globalmente negli ultimi 3 anni);
g. il personale docente e non docente;
h. le attrezzature didattiche;
i. gli spazi a disposizione;
j. gli sbocchi occupazionali previsti.
Ai fini della determinazione dei livelli di qualificazione professionale richiesti, soprattutto in ambito comunitario, si dovranno poi reperire dati circa gli standard qualitativi internazionali e, in particolare, comunitari.
Si dovranno altresì reperire ulteriori dati circa gli sbocchi occupazionali e i bacini di utenza nel settore, sia in campo nazionale che internazionale.
2.3 Indicazioni per il riordino del settore.
Le indicazioni per il complessivo riordino del comparto sul territorio da parte  degli organi competenti potranno scaturire dalla elaborazione e valutazione dei dati così   raccolti.

Definizione delle metodologie

3.1 Per quanto concerne il reperimento delle informazioni sulla normativa internazionale (in particolare comunitaria) e sulla organizzazione delle scuole superiori per interpreti e traduttori, si potrà  procedere attraverso:
- l'interrogazione di banche dati giuridiche;
- l'acquisizione di Statuti di alcune importanti scuole straniere.
3.2 Per quanto concerne la ricognizione della situazione esistente, in termini sia quantitativi che qualitativi, si procederà attraverso:
- l'invio di questionari per il rilevamento dei dati dimensionali e qualitativi, redatti secondo i criteri esposti in 2.2;
- visite di monitoraggio (previste su un campione composito e rappresentativo) da effettuare sia da parte del gruppo di ricerca che da singoli membri affiancati da un professionista del settore.
3.3 Per quanto concerne il reperimento di dati e informazioni sugli sbocchi professionali e i bacini di utenza, si ipotizza la raccolta di dati da fonti diverse, prevedibilmente in grado di fornire indicazioni per aree campione, quali ad esempio:
- Censis;
- Uffici di collocamento;
- Associazioni di categoria;
- Servizi competenti del Parlamento Europeo e di altre istituzioni comunitarie.
3.4 Per quanto concerne gli standard qualitativi richiesti in ambito comunitario e internazionale, si procederà tra l'altro attraverso la consultazione di bandi di concorso di organismi comunitari e internazionali e di documenti elaborati da Associazioni internazionali di categoria.

Organizzazione della ricerca

Il progetto di ricerca sarà articolato nelle seguenti fasi:

4.1 Fase preparatoria. In cui si procederà:
a. alla identificazione di:
- banche dati giuridiche per il reperimento della normativa relativa alle scuole per interpreti e traduttori in ambito comunitario;
- scuole straniere da interpellare per l'acquisizione di Statuti;
- enti e soggetti da contattare per l'acquisizione di dati relativi agli sbocchi occupazionali sia in sede nazionale che internazionale;
- interlocutori per l'acquisizione di dati circa le raccomandazioni relative alla formazione degli interpreti e dei traduttori in ambito internazionale.
b. alla messa a punto di:
-  un questionario per il rilevamento della situazione esistente e l'acquisizione dei dati dimensionali e qualitativi;
-   una griglia di valutazione da utilizzare durante le visite di monitoraggio.
4.2 Fase di raccolta dei dati. In cui si procederà a:
- l'interrogazione delle banche dati individuate;
- l'acquisizione degli statuti di scuole straniere;
- l'acquisizione di dati da Enti e soggetti per l'individuazione degli sbocchi professionali e dei bacini di utenza;
- la richiesta di documenti relativi alle raccomandazioni in ambito internazionale;
- l'invio del questionario;
- visite di monitoraggio.
4.3 Fase di analisi dei dati.
4.4 Valutazione complessiva e proposte

Composizione del gruppo di ricerca

 Il gruppo di ricerca sarà così composto:

Il referente della Segreteria tecnica dell'Osservatorio è la dott.ssa Alessandra D'Alisera (tel. 0659912028 - alessandra.dalisera@murst.it).
 

Programmi di ricerca
Home Page dell'Osservatorio
Home Page del M.U.R.S.T.
aggiornamento: 20/1//99