Osservatorio per la valutazione del sistema universitario

Verifiche della disponibilità di dotazioni nella università non statale “S. Pio V”
Doc 1/00 - gennaio 2000
 


 

    Documento - File in formato word: oss-0100.doc - 242 kb



INDICE

1. Premessa
2. La metodologia della valutazione
3. La descrizione delle iniziative
3.1 La facoltà di Scienze Politiche
3.1.1 Le attività didattiche
3.1.2 Il personale docente
3.2 La facoltà di Lingue e Letterature straniere
3.2.1 Le attività didattiche
3.2.2 Il personale docente
4. Il personale tecnico-amministrativo
5. Le strutture edilizie
6. Le risorse finanziarie
7. Gli interventi per il diritto allo studio
8. Conclusioni

Tabelle nel testo
Tabella 1 Gli iscritti alla Facoltà di Scienze Politiche per anno accademico
Tabella 2 Le modalità di copertura dei corsi di insegnamento del CdL di Scienze Politiche - a.a. 1999/2000
Tabella 3 Il personale docente in servizio e quello previsto dal piano finanziario per la Facoltà di Scienze Politiche
Tabella 4 Gli iscritti alla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere per anno accademico
Tabella 5 Le modalità di copertura dei corsi del CdL in Interpretazione e Traduzione
a.a. 1999/2000
Tabella 6 Il personale docente in servizio previsto per la Facoltà di Lingue e Letterature straniere
Tabella 7 Il personale tecnico-amministrativo in servizio e quello previsto dal piano finanziario
Tabella 8 Il confronto tra il conto consuntivo e le previsioni del piano finanziario 1998
Tabella 9 Il bilancio preventivo dell’Ateneo per l’anno 1999
Tabella 10 Il piano finanziario relativo alla Facoltà di Lingue e Letterature straniere a partire dall’a.a. 1998/99
Tabella 11 Le risorse messe a disposizione dell’Ateneo dall’Istituto di Studi Politici “S. Pio V”
Tabella 12 L’utilizzo delle risorse finanziarie messe a disposizione dall’Istituto di Studi Politici “S. Pio V”
Tabella 13 Gli Studenti beneficiari di sostegno per i primi due anni accademici per la Facoltà di Scienze Politiche

Appendice
Documenti citati nel testo disponibili presso la Segreteria dell’Osservatorio




 

1. Premessa

Nel corso del 1996 l’Osservatorio effettuò una verifica finalizzata all’istituzione dell’università non statale “S. Pio V”, ai sensi dell’art. 15 del DPR 30.12.1995 (Osservatorio, Doc 1/96), Il nuovo ateneo prevedeva l’istituzione della facoltà di Scienze Politiche, con l’attivazione del corso di laurea in Scienze Politiche, con gli indirizzi Politico-economico (ad orientamento bancario) e Politico-internazionale (ad orientamento diplomatico).
In tale occasione, fu esaminata la documentazione sottoposta dal Comitato promotore nell’ambito del processo di formazione del Piano di sviluppo dell’Università 1994-1996 nel dicembre 1992, nonché quella specificamente trasmessa su richiesta dell’Osservatorio il 22.4.1996 [1].
Sulla base della relazione tecnica dell’Osservatorio, che ha consentito di accertare l’esistenza delle condizioni programmatiche per garantire una adeguata disponibilità di dotazioni didattiche, strumentali, finanziarie, edilizie e di organico di personale, è stata istituita la Libera Università degli Studi “S. Pio V” con decreto del Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica del 2.8.96 [2].

A seguito delle indicazioni dell’Osservatorio, veniva prevista una verifica relativa soprattutto alle strutture edilizie destinate alla didattica. A tal fine, nel novembre 1997, l’Osservatorio ha effettuato una visita alle strutture edilizie e di supporto all’attività di ricerca e di didattica disponibili nella sede di Roma. A seguito di tale visita e del relativo rapporto dell’Ateneo del 11.12.1997 [4], l’Osservatorio ha ritenuto che la nuova struttura edilizia della Libera Università S. Pio V e che l’organico del personale previsto a regime fossero adeguati ai programmi di sviluppo dell’Università (Doc 2/98).
In tale occasione l’Osservatorio ha anche verificato la presenza delle condizioni per l’attivazione, a partire dall’anno accademico 1998/99, di una seconda facoltà, di Lingue e Letterature straniere, presso lo stesso Ateneo. Infatti, il 15 luglio 1997 era stato modificato lo statuto del Libero Istituto Universitario S. Pio V, a norma dell’art. 6 della legge 245/90  .

I documenti approvati dall’Osservatorio (Doc 1/96 e Doc 2/98) prevedevano verifiche periodiche dell’attuazione del piano di fattibilità, a partire dalla prima verifica venti mesi dopo l’attivazione dei corsi, come indicato nella lettera del Direttore di Dipartimento per gli Affari Economici del Murst alla Libera Università degli studi “S.Pio V”, del 22 ottobre 1996 [3].
In quest’ottica si pone la presente verifica, volta dunque a constatare la rispondenza della attuale situazione con il piano a suo tempo presentato ai fini della istituzione della facoltà di Scienze Politiche, e a verificare l’esistenza dei presupposti minimi richiesti dall’Osservatorio quanto a dotazioni didattiche, strumentali, finanziarie, edilizie e di organico del personale. In sostanza, si deve verificare che sia stato garantito, al termine della fase di avvio dei corsi, un adeguato numero di docenti, ricercatori e tecnici di supporto di ruolo alle dipendenze dell’università, nonché la sussistenza delle relative dotazioni di infrastrutture e servizi.
 
 

Home Page dell'Osservatorio
Home Page del M.U.R.S.T.

aggiornamento: 17/3/00